Padania

Non so chi ha letto la storia della ragazza che ha assoldato due killer per uccidere il padre. Una storia di cronaca “finita bene” che già domani scomparirà dai giornali. La riassumo in breve perchè i titoli che ha avuto non fanno venire voglia di leggerla. (Io l’ho letta per caso, di solito salto a piè pari il genere).

Una ragazza decide di uccidere il padre perchè è un rompicoglioni (non è esigenza di brevità, non aveva una motivazione più forte), la madre è d’accordo. Deve essere un rompicoglioni da commedia latina per decidere d’ucciderlo, ma tant’è. Ingaggia un killer, un balordo che accoltella il padre in due punti, ma è un balordo, appunto, non un professionista. Il padre, il signor Rodolfo Moretti, è invece uno che prende lezioni di karate. Lo fa perchè vuole tenersi in forma, o perchè il karate insegna la disciplina anche sul lavoro, o perchè ha paura degli immigrati. Fatto sta che disarma il tizio e lo consegna alla polizia. La polizia lo tratta come un balordo, lo mette dentro e non indaga.  Che c’è da scoprire? E’ una storia come tante, un pazzoide aggradisce qualcuno, forse è un tossico, uno spostato. La figlia del signor Moretti,  però, non si arrende.  E’ ricca e viziata. Va dal padre e gli chiede 5mila euro per andare in America. Il papà è restio, vorrebbe attendere l’estate, ma alla fine accetta.  Spiegare il valore dell’attesa o dello studio è troppo complicato, c’ha la lezione di karate stasera e poi che sono 5mila euro. Lei li prende, finge di partire e va alla stazione di Guastalla. Lì ci sono gli immigrati, un killer si troverà di certo. Se cerchi un omicida, un ladro, uno stupratore dove vai se non al bar della stazione dove stazionano i marocchini? Ne trova uno disponibile. Anche se ha il permesso di soggiorno (curioso, eh) vuole delinquere lo stesso. Ma la figlia, stavolta, vuole fare le cose per bene. A una Moretti due volte non la si fa. Pedina il padre,  spiega  non senza un po’ di ribrezzo per la cosa e per la compagnia come e quando colpire, poi si nasconde. Il killer va alla polizia e confessa. Quando la polizia va a casa del signor Moretti, lui dice  “è impossibile, mia figlia è in America”. Tra un paio di giorni, capirà la cosa, prenderà 5mila euro e li regalerà al killer che gli ha salvato la vita, o forse lo assumerà nella sua fabbrichetta. Ecco per me è una parabola sulla Padania. E la frase del sindaco qui sotto ne è la morale.

“E pensare – dice il sindaco Stefano Donelli – che venti giorni dopo l’aggressione Rodolfo Moretti era venuto da me, assieme a sua moglie, per dire che bisognava mettere più lampioni nelle strade, così la gente perbene poteva evitare i malintenzionati”.

Annunci

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: