Meglio che leggersi un saggio/1

Titolo: Il Fotografo

Autori: Emmanuel Guibert, Didier Lefevre, Frederic Lemercier. Si alternano fumetti (Guibert) e fotografie (Lefevre). Di Lemercier è la realizzazione grafica.

Storia: E’ ambientato nel 1986 durante la guerra in Afghanistan (“c’è sempre una guerra in Afghanistan”). Il fotografo del titolo, Didier Lefevre, arriva in Pakistan, per poi attraversare (di nascosto ma non troppo) il confine e documentare la gestione di un ospedale di Medici Senza Frontiere.

E’ italiano?: la gestualità afghana è simile a quella italiana.

I buoni: Msf , gli uomini (afghani, europei, ma anche russi). I più buoni di tutti sono gli animali

I cattivi: gli uomini (afghani, europei, ma anche i russi certo). I più cattivi di tutti non si vedono mai ma sono i costruttori di armi.

Per chi è: per chi si chiede perchè uno va in Afghanistan e vuole raccontare, riprendere, fotografare. E se ne vale la pena. E se ne vale la pena solo per se stessi o anche per gli afghani.

Per chi non è: per quelli che ridono e si autofomentano guardando le vignette satiriche sull’Afghanistan.

Annunci

Tag: , , , ,

Una Risposta to “Meglio che leggersi un saggio/1”

  1. office clearances Says:

    Hi there, its nice piece of writing about media print, we all understand media is a wonderful source of facts.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: