I wuagliunastri

Bene o male, le persone che sostengono che Berlusconi abbia rincoglionito il paese con le tv per preparare il suo avvento, e che  costruisca e gestisca il consenso con le tv sono le stesse che quando l’Alessandra Mussolini della situazione dice che un nuovo videogioco arrivato dal Giappone trasformerà nutrite schiere di dodicenni in assassini sanguinari saltano sulla sedia. [Non è vero che le due cose non c’entrano un cazzo. C’entrano entrambe con la rappresentazione del potere e della violenza. Che è un discorso molto antico, visto che ne parlavano già gli antichi greci.]

Se uno pensa che la vecchietta rincoglionita vota Berlusconi perchè l’ha visto piangere al funerale di Vianello, non può non essere sfiorato dal dubbio che il video dei camorristi che sfasciano un bowling e una sala giochi non coinvolga un quattordicenne casertano che vive per uscire tutto il giorno con lo scooter truccato. (E non sono pochi).

Perchè quei camorristi in quel bowling lì sono dei gran fichi. Sparano come nei film (ma loro sono di più, sono veri!), arrivano sereni come uno Steven Seagal qualsiasi, non sprecano un colpo, i più bravi provano a non sprecare neanche uno sforzo. Non è vero che non gliene frega niente del bambini della sala giochi, sono talmente cool che sanno che i loro colpi di pistola precisi non li sfioreranno.

Hanno il volto coperto. Perchè? Hanno paura di essere riconosciuti, certo. Da chi? Non solo dagli avventori. Hanno paura di essere riconosciuti anche attraverso le videocamere. Perchè loro sanno che quelle videocamere sono lì.  Hanno messo in conto di essere ripresi. Anzi. Sperano di essere ripresi! Si augurano che quelle immagini vadano in tv, perchè la tv, la rappresentazione cinematografica del loro potere gli serve. E gli è congeniale. Si sono preparati per quello. Hanno scelto i vestiti adatti, hanno studiato le mosse allo specchio. Qualcuno di quelli oggi è in galera, quando saprà che il filmino è finito su tutti i giornali sarà felice, avrà dimostrato che “ten e ppalle”.  Intanto qualcuno l’avrà già caricato sul cellulare, qualcuno avrà creato un gruppo su facebook per celebrare l’audacia della squadraccia. [E qualcun altro starà già cercando il modo di scrivere un articolo sui giovani deviati che esaltano la violenza dei camorristi].

Tutto questo per dire che, cara Marina Berlusconi, questa qui su è un opinione. Riassumibile così: parliamo in tutti i telegiornali del fatto, cerchiamo di mostrare il video il meno possibile. Per non “farci usare”, non per altro. Quella di tuo papà, invece, non è un opinione.

Annunci

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: