Natale a Firenze

C’è un diffuso desiderio di “basta cinismo” in Italia. C’era in come tanti guardavano l’ascesa di Obama, c’era nella parte migliore della stagione veltroniana, c’è in tutti i movimenti che provano a dare una sferzata ai partiti (o fingono di sostituirsi ad essi). Molto spesso è un rifiuto del cinismo solamente esibito. E altrettanto spesso è nient’altro che un gesto naif. Eppure, nonostante le delusioni, io spero sempre che la rotta cambi. E “essere cinici” smetta di essere la categoria più apprezzata dall’elettore italiano. Perchè nonostante le apparenze e le accuse sono sempre “i cinici” a bloccare le cose. Con la scusa che gli altri non sappiano fare un tubo, che non si rendono conto, che sono infantili stupidi, ridicoli, via così.

Tutto questo per dire che, però, quando uno legge una cosa del genere, è facile che il maitre a penser del momento diventi Walter Finocchiaro.

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: