Non un altro gioco di parole su Marrazzo

Piero Marrazzo tornerà a lavorare in Rai. Ieri sera mi chiedevo se questa fosse una notizia. O dove fosse la notizia nella faccenda. I passaggi mentali successivi, molto brevemente, sono stati questi.

Insomma, Marrazzo ha il diritto di lavorare? O frequentare trans impedisce a una persona di lavorare? Qualcuno può eccepire sulla sua credibilità per fare inchieste tipo Report o Iacona, ma il diritto di fare il proprio mestiere non lo si perde per quello che gli è capitato (trattino ha combinato).

Poi ho pensato che forse lo scandalo sta nel fatto che la Rai gli abbia tenuto il posto in caldo. Ma lo scandalo è piuttosto che il 99% della popolazione non abbia eguali diritti. Altrimenti perchè ci lamentiamo sempre dei politici di mestiere se poi non lasciamo la possibilità – a chi fa politica – di riprendersi il proprio lavoro? L’aspettativa è uno dei pochi modi che esistono per liberare il Parlamento da giudici, avvocati…

Ma al terzo passaggio, un po’ laterale, ho trovato che la notizia c’è. Ed è il fatto che Marrazzo non apparirà in video. Questa cosa era chiara già da qualche mese, quando il legale di Marrazzo anticipò alla Rai che il suo assistito voleva tornare “al suo posto”.  E le cose sono andate suppergiù così: Marrazzo avrebbe avuto il diritto di tornare in Rai come conduttore, era quello “il suo posto”. Ma il legale avrà anche spiegato che – date le vicissitudini – sarebbe stato pesante per l’ex-governatore apparire in video. Oltretutto, per la Rai sarebbe stato estramamente sconveniente, perchè vai un po’ a trovare qualcuno che ti fa pubblicità in una trasmissione condotta da Marrazzo. (Per non parlare dei rischi della reazione del pubblico). Non era la soluzione adatta per nessuna delle due parti. Non so se si è parlato di buonuscite, o se la rinuncia sia stata pagata, e direi che non è neppure fondamentale. Fatto sta che ora Marrazzo torna in Rai come giornalista – senza rompere le scatole chiedendo di tornare come conduttore; la Rai non ha una grana legale da smaltire e potrà avvalersi della collaborazione di un buon giornalista. Tutto è bene quel che finisce bene? Probabilmente sì, per la Rai.

Ma Marrazzo si è usato/è stato usato dal suo legale come un’arma di ricatto. Esattamente quello che volevano fare i carabinieri.

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: