Kirghizistan

Riassumo qualche risultato. (Fonte: il Manifesto. Articolo non linkabile). Ci sono state le elezioni in Kirghizistan. Le prime dopo la fuga/dimissioni/deposizione di Bakiyev. Per via del complicato sistema di sbarramento – 5% dei voti a livello nazionale e almeno 0,5% in ogni regione –  sono entrati in Parlamento solo 5 partiti. Il partito di maggioranza relativa ha ottenuto solo l’8,8%, il più piccolo il 5,6%. In totale solo il 37,5% dei  voti è servito “a qualcosa”, cioè a far eleggere deputati in Parlamento, i restanti dueterzi (o poco meno) sono andati “sprecati” tra altri 24 partiti. In molte zone del paese a ogni clan corrispondeva un partitino. (Chi ci ricorda?). I rappresentanti dei partiti esclusi (principalmente partiti del Sud del Paese) hanno chiesto l’annullamento delle elezioni. Pare che al momento si vada verso una coalizione filo-russa. Curiosamente Medvedev aveva detto che la  democrazia parlamentare, in Kirghizistan, sarebbe stata una catastrofe.

Annunci

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: