Un po’ troppo italiano

Se Dario Fo, una volta preso il Nobel, si fosse chiuso in casa e avesse limitato le sue uscite radicalmente, diciamo un paio di interviste ai giornali e una comparsata in tv all’anno per parlare di apocalisse della comunicazione o fine della modernità – se si fosse messo a fare lo stronzo, insomma, oggi avrebbe molta più considerazione. E la gente lo ascolterebbe come un mezzo vate.  E farebbero delle file lunghissime per ascoltarlo al Festival di Mantova. E il Corriere ricostruirebbe in Terza Pagina il suo epistolario. Invece hai voglia a dire che sei il nobel per la letteratura, se ti metti a fare le smorfie e fai il buffone quando poi parli la gente ti tratta come fossi Beppe Grillo. Non c’è storia. Lo scrittore deve essere alto, deve far sentire inferiori, e tutti ad ascoltare gli ammonimenti di Ermanno Rea o Antonio Scurati.  Perchè la cosa davvero imperdonabile di Fo è che non ha mail quel tono da “io ho sofferto tantissimo e ho capito tutto e siete voi che non leggete i miei libri che non capite ancora” e poi non dice mai narratologia o escatologico.  E poi non ha i frammenti di realtà umana di Wislawa Szymborska nè l’estasi sensuale di Le Clezio, è troppo più vicino di loro. Così anche quando fa una cosa molto bella, si nicchia. Sì, bravo, ma in fondo sempre la stessa cosa (che poi sarebbe un testo in finto fiorentino cinquecentesco, una cosa che leggiamo tutti i giorni proprio). E paga la generosità come fosse presenzialismo e l’accessibilità come fosse stupidità.

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: