Il Remo Remotti di destra

Quante ne abbiamo dette e sentite contro la gerontocrazia in tutti questi anni? Inutilemente forse, perchè senza nessuna inversione di tendenza i vecchi – nel senso più spregevole del termine – continuano a occupare spazi che fino a pochi anni fa erano impensabili,  soprattutto fisiologicamente. Rimbambiti che lavorano come magnifici rettori, cariatidi che occupano poltrone alla Rai, cultura, economia, politica: nessun ricambio; e altro che i 25enni seduti tutta la notte a protestare contro Mubarak, qui chi dovrebbe chiedere conto del proprio futuro non può restare fuori la notte al freddo perchè ha la schiena a pezzi e i legittimi acciacchi di un 50enne.

Ma la gerontocrazia non paga ha occupato anche l’ultimo baluardo dell’essere giovani: l’unica cosa che trovo moralmente sconcertante del Rubygate (sic) – escludendo cioè le questioni giudiziarie e politiche – è il fatto che  da qualche mese siamo qui a parlare di quante volte questo 70enne lo fa per notte, con quante ragazze sia andato, che cosa c’abbia fatto veramente. Quando mai era capitato che il vigore erotico fosse appannaggio degli anziani? E ormai ai 30enni tocca aspettare il proprio turno per fare politica, per gestire un’impresa, per lavorare nella comunicazione, per insegnare all’università e pure per andare con una velina.

Annunci

Tag: , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: