Archive for the ‘da non prendere seriamente’ Category

Se hai le spallucce il pulloverino te le fa sembrare più robuste

19 gennaio 2012

Sfogliando Chi ho trovato questa foto di casa e famiglia Clini. Già indossare il pulloverino sulle spalle all’aperto resta una moda bizzarra, ma tenerlo in casa, boh, non l’avevo mai visto. Si siede sul divano a guardare la tv e tiene il pulloverino sulle spalle? Parla al telefono, mangia uno yogurt, va al gabinetto indossandolo sempre?

Mi ha ricordato una cosa di Luca Sofri sul pulloverino di Formigoni: “Però a me fa ancora più ridere l’esibizione di un elemento tipico dello stile sfigato di ogni tempo: il pulloverino sulle spalle. Il pulloverino sulle spalle, si sa, non ha senso: i casi in cui vi venga disposto per qualche reale necessità temporanea di trovargli un posto ammontano allo 0,5%. Il restante 99,5% si deve a un’illusione estetica che “stia bene”, come se fosse una sciarpa: mentre in realtà è come mettere un piede in un cappello o legare una camicia intorno alla fronte. Non so bene che storia abbia avuto questa illusione, se si debba a un’idea che se hai le spallucce il pulloverino te le fa sembrare più robuste, o che quel nodo davanti faccia le ineleganti veci di una cravatta”

Annunci

Segni inequivocabili di grande coalizione

23 novembre 2011

A scuola di mia figlia la commissione mensa ha chiesto al comune di sostituire due piatti del menù settimanale: il cuscus e la polenta. Cioè fuori Lega e sinistra radicale. Via libera a tutto il resto.

Tranquilli

22 novembre 2011

Finalmente ho potuto dare un’occhiata al libro sulla mafia scritto da Angelino Alfano, La mafia uccide d’estate, e fortunatamente ho potuto tirare un respiro di sollievo: non era come temevo, è contro la mafia.

Uomini, se non ora quando

27 ottobre 2011

Pubblicità di Dolce&Gabbana, dappertutto a Milano.

Farli impazzire come un robot

5 ottobre 2011

 

Oggi, Cesare Prandelli, per far fronte ad alcuni infortuni ha convocato in nazionale Osvaldo (a sx) e Ogbonna (a dx). E niente, le cose in questo paese stanno davvero migliorando. Perchè un deputato della Lega Nord ha rilasciato una dichiarazione contro le scelte di Prandelli e – indovinate un po’ – se l’è presa con Osvaldo.

Il bavaglio alle bacheche

29 settembre 2011

Se lavorassi a Facebook impedirei di mettere in bacheca Losing my religion, No surprises, One e via dicendo, ci siamo capiti.

Cose da ricordare per non dispiacersi troppo quando ci spazzeranno via

20 settembre 2011

Gli orsetti gommosi biologici.

Difatti

15 settembre 2011

Ogni tanto ancora mi arriva – dopo che in occasione del referendum era andata tanto di moda – un’e-mail o uno status o un post incazzato sul fatto che i parlamentari italiani giochino con l’Ipad in Parlamento. Ora – a parte il fatto che potrebbe anche essere che stiano giocando mentre l’opposizione fa ostruzionismo, il che mi pare sacrosanto, e dalla foto non lo posso guarire – il vero guaio è che tutta l’indignazione sul fatto che i parlamentari cazzeggino in Parlamento io la leggo mentre sono al lavoro. Smetto di lavorare per indignarmi che altri abbiano smesso di lavorare. E cazzeggio al lavoro, guardando altri cazzeggiare. E anzi saranno in tanti – come me in questo momento – che, smettendo di lavorare dal loro posto di lavoro, inviano e-mail lamentadosi che gli onorevoli cazzeggino durante il lavoro.  Senza rendersi conto che proprio in quel modo sono i nostri rappresentanti.

Stava solo citando, per scherzo

9 settembre 2011

Chissà se anche quando Berlusconi ha detto a Lavitola restallì c’era Paolo Conte in sottofondo.

40enne insoddisfatta

2 settembre 2011

“Una stella a cinque punte disegnata con un pennarello rosso accanto alla scritta Nuove Br e a minacce nei confronti del ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, e del professor Carlo Dell’Aringa, docente di Economia politica all’Università Cattolica di Milano, è stata ritrovata nei giorni scorsi sulla porta di un bagno della stessa università“.

Se una scritta con un pennarello in un cesso vale come serio indizio e finisce sui giornali vuol dire che ho sempre commesso un grossolano errore di valutazione e d’ora in poi prenderò tutti i numeri – quantomeno per girarli agli amici – di 19enni vergini cercano maschio sessualmente esperto per sesso anale. E via dicendo.