Archive for the ‘idee per studio aperto’ Category

I.R.S. e Attilio Befera

29 febbraio 2012

Mi sono ricordato che quand’ero ragazzino e guardavo il wrestling (l’epoca d’oro – almeno per me – quella di Hulk Hogan, Ultimate Warrior, Macho Man, etc), c’era un personaggio: IRS. Nella elementare etica del wrestling, IRS era un cattivo. Beccava i buuuh del pubblico, tutti gli tifavano contro, lui vinceva spesso in modo sporco. IRS era un uomo del servizio recupero crediti delle tasse. Nei video che precedevano gli incontri lo si vedeva andare a casa delle persone e sequestrare un elettrodomestico a chi non aveva modo di pagare le tasse. Gli americani lo odiavano. Lo odiavano quanto il wrestler che fingeva di essere iracheno o quanto quello che fingeva di essere russo. A un certo punto, IRS divenne compagno di Ted Di Biase, l’uomo da un milione di dollari. La coppia del miliardario sprecone e il tizio della riscossa crediti costituiva la coppia spregevole per eccellenza.

Io, piccolo, non capivo perchè l’odiassero tanto. Portava addirittura delle belle bretelle rosse. Tutto questo per dire che ci ripensavo, oggi, ad I.R.S. e a tutti quei fischi. Vedendo che il nostro capo degli I.R.S. è un idolo. (E queste due foto, tra le prime dei due, che ho trovato).

Modello ungherese

8 febbraio 2012

Per mesi, il centrosinistra ha chiesto all’UE di intervenire contro l’Ungheria perché il governo, democraticamente eletto, di Orban stava mettendo a soqquadro la Costituzione e minacciava la libertà dei giornalisti, l’indipendenza della magistratura e ledeva i diritti delle minoranze etniche. Poi, oggi dai giornali, scopriamo che, come nuova legge elettorale, Bersani propone la legge elettorale ungherese.

Segni inequivocabili di grande coalizione

23 novembre 2011

A scuola di mia figlia la commissione mensa ha chiesto al comune di sostituire due piatti del menù settimanale: il cuscus e la polenta. Cioè fuori Lega e sinistra radicale. Via libera a tutto il resto.

Dileguati

17 novembre 2011

Ma Repubblica non diceva che le sole dimissioni di Berlusconi valevano 100 punti di spread?

Questa crisi dell’impero romano d’occidente sembra inarrestabile

11 novembre 2011

Un paio d’anni fa ho comprato in un mercato il vecchio manifesto politico fotografato qui sotto, ma mai avrei pensato potesse improvvisamente tornare attuale.

 

In silenzio

8 novembre 2011

Mi ha molto commosso e fatto incazzare il post che gira da un paio di giorni con una foto dei funerali di Sandro Usai, un volontario della Protezione Civile morto durante l’alluvione a Monterosso. Gira con questo messaggio “”Dove sono i tricolori sulla bara e i ministri commossi? Dove sono i funerali di Stato e le dirette televisive? Dove sono le lacrime e gli editoriali delle “grandi firme” del caso Boffo e dei “senza bavaglio”? Forse è meglio così, gli eroi muoiono in silenzio. Con il giubbotto della Protezione civile. Era SANDRO USAI, volontario morto a Monterosso nell’alluvione del 25 ottobre.”; e questa foto:

Mi sembra molto scorretto spacciare questa foto come fosse del funerale e calcare la mano sulla Chiesa vuota. Ma credo che la verità sia un po’ diversa. Questa foto dev’essere stata fatta prima del funerale. (Usai ne ha avuti “due”, uno a Monterosso, l’altro a Arbus, in Sardegna), visto che le cronache sulla presenza di persone, durante entrambe le cerimonie, sono molto diverse di quella raccontata da foto e messaggio. E anche sulla presenza delle istituzioni, le cose sono andate un po’ diversamente. Ovviamente non sono abbastanza, comunque. E avrei gradito anch’io due parole in più invece dei video di Stracquadanio e le telefonate di Crosetto e le speculazioni sul prossimo governo, ma se poi per reclamare più spazio uno deve premere, anche contro la verità, solo sulla pancia, allora è meglio di no, not in mai neim.

I modelli cambiano

16 ottobre 2011

Degli altri che dire ma lui che un tempo si ispirava a Gandhi oggi si ispira a Valerio Staffelli.

Il Banco(posta) vince

5 ottobre 2011

Presto anche Poste italiane avranno il loro sito di poker online. E’ un’idea geniale. Integrando poker online e postepay ci guadagneranno due volte. Io ci metterei anche dei tornei in cui si vince il pagamento di una bolletta e, magari un giorno, la possibilità di giocare in fila agli sportelli.

Pubblicità regresso

9 settembre 2011

Sono tra quelli che pensano che Lapo stia facendo pubblicità alla nuova Chrysler marchiata Fiat prendendo multe a destra e a manca, e noi ci stiamo cascando tutti.

Se fosse successo 25 anni fa mi sarei gasato molto

8 settembre 2011