Posts Tagged ‘repubblica.it’

Contro le rovesciate in Homepage

14 dicembre 2011

Repubblica.it (e un po’ anche tu Corriere.it, sì) per favore basta. Basta con i gol in rovesciata. Basta rovesciate dal campionato russo, rovesciate della serie B olandese e anche con le rovesciate del torneo di clausura cileno. Basta con i pazzeschi autogol da centrocampo e i pazzeschi errori a porta vuota. Basta con i titoli “a 12 come Messi”, “Scarparu dalla serie B rumena come Ronaldo”,”Avversari come birilli. Yokopokomayoko come Maradona”. Basta. Questa roba non c’entra niente col calcio. C’entra, a malapena, col circo di Montecarlo, ma spacciata giorno dopo giorno per raggranellare contatti sta rincoglionendo giocatori e spettatori. Attaccanti di serie C che dovrebbero solo girarsi e calciare si alzano la palla col ginocchio e provano a rovesciare, e qualcuno li giustifica, ci ha provato dicono, voleva finire sulle homepage. Il cazzo. Basta rovesciate in homepage, per favore. Giuro di cliccare tutti i video con sgroppate di Pepe per 40metri incotrastato, tutti i video con Nocerino che passa la palla orizzontalmente e quelli con Zuniga che batte calci d’angolo troppo lunghi per tuttio. Se lo fate per i contatti giuro anche di leggere il blog di quel giornalista che commenta senza ricordarsi neppure i risultati delle partite, ma basta con le rovesciate, le pagliacciate e le stranezza. Teniamola lì, la rovesciata, non facciamo i bulimici, ricordiamoci che esiste solo una volta all’anno quando un Pasquale Luiso si alza, senza senso, e segna. Tutti i giorni non è più una notizia. E’ un gradino più in basso anche delle foto di un gattino che apre la porta del bagno. E a chi piace guardare le foche che palleggiano con un pallone, beh, vada a Mirabilandia, ma il calcio non è quella roba lì.

Annunci

Fare finta che accada sempre qualcosa

31 agosto 2011

Repubblica.it, ieri, lamentava il fatto che lo spazio facebook dell’Inps non stesse tenendo conto dei rumors sul riscatto degli anni di laurea. Ma cosa dovrebbe fare l’Inps (e chiunque altro) da 30 giorni a queste parte? Perchè le soluzioni sono due: o ti comporti come se le indiscrezioni e le interviste fossero tutte verità e allora cambi il tuo sito internet ogni giorno, porti i soldi in Svizzera, no sull’isola di Man, chiudi la partita Iva, riapri la partita Iva, ti fai abbassare lo stipendio a 89mila euro, no a 99mila no a 199mila euro, fai sparate come i presidenti della squadra di A che hanno fomentato uno sciopero discutendo di qualcosa che poi non è entrato nella manovra o ti comporti normalmente e attendi che qualcosa sia ufficiale per cambiare il sito. E infatti, notizia dell’ultima ora, la norma sulle pensioni è saltata. Aveva ragione l’Inps.

P.s. Che la norma sia saltata è probabilmente anche merito delle tantissime proteste e dei rischi legali che i giornali hanno messo in luce da subito, ma non c’entra nulla con togliere una pagina internet dell’Inps.

Michael Jordan a Cantù

3 giugno 2010

E’ principalmente colpa mia, certo, ma  ho letto dieci volte il titolo di repubblica.it “Marea Nera, Cameron aveva offerto il suo aiuto” prima di capire che il Cameron in questione fosse James e non David. E ora mi sembra sia nella colonna sbagliata.